Cosa è il CEM?


Cittadini … più che volontari ! .... Chi siamo ?

Circa dieci anni or sono un piccolo gruppo di volontari uniti dalla ricerca del senso della propria vita, accompagnati in questo da un sacerdote della Congregazione dei Giuseppini del Murialdo, ha dato vita ad un impresa difficile, ardua se pensiamo al contesto territoriale nel quale si è realizzata: contrastare il fenomeno della disoccupazione giovanile. Siamo così diventati una comunità che, avendo già un lavoro, desidera esprimere la propria cittadinanza responsabile accompagnando passo dopo passo giovani e adulti che per vari motivi non sono inseriti nel mondo del lavoro.


La sede attuale del CEM : La ex Casa Cantoniera

Da circa dieci anni la Fondazione Onlus Centro Educativo Murialdo (CEM) opera nella città di Taranto attraverso iniziative che nascono da un attenta analisi dei bisogni del territorio, con particolare riferimento all’ambito delle povertà legate al fenomeno della disoccupazione e/o inoccupazione vissuta dai giovani e dalle persone in condizione di svantaggio ( ex detenuti, disabili, ex tossicodipendenti).

L’agire avviato secondo il criterio della sperimentazione è diventato oggi, un modello di intervento per la promozione e l’inclusione sociale per coloro che vivono lo stato di bisogno, ma anche per le istituzioni che riconoscono l’efficacia dei percorsi di orientamento e accompagnamento al lavoro realizzati dai volontari della Fondazione.

Ad ispirare l’intero impianto progettuale è il carisma murialdino, di S. Leonardo Murialdo, in quanto innovativa è l’ attività di affiancamento al giovane nella costruzione del proprio futuro lavorativo e nell’interazione con le altre istituzioni del territorio. L’ impegno per sostenere una generazione giovanile che continua a non trovare sbocchi occupazionali, che tenta la fuga verso le regioni del nord, allontanandosi dagli affetti e dalla propria storia personale è una tipologia caratteristica della Congregazione di S. Giuseppe poiché risulta finalizzata all’autorganizzazione e alla promozione umana di coloro che si rivolgono al CEM.

Nel corso di questi anni il CEM ha sentito l’impellenza e la necessità di promuovere sinergie con enti pubblici e privati, poiché il problema della disoccupazione al sud ha radici storico-culturali tali da non poter essere affrontato in solitudine. Sono nate quindi, collaborazioni con l’Ente Provincia, con Sviluppo Italia, Confcooperative, Federsolidarietà, con le diocesi della Metropolia di Taranto, con la Caritas locale, con la Pastorale Penitenziaria, con le scuole, le parrocchie e le associazioni del privato sociale. Testimonianza di questo sono ad esempio i due concorsi per la Miglior Idea Imprenditoriale , grazie ai quali, sono stati concessi due premi, uno destinato ad una cooperativa sociale, l’altro ad una cooperativa di produzione e lavoro, costituitesi dopo aver partecipato ai bandi in questione.

Nei primi anni di attività, molti chiedevano di pubblicizzare l’esistenza del centro, in quanto rappresentava un esperienza importante per il territorio, si è preferito aspettare di raccogliere i primi risultati del lavoro, per non vendere “parole” a giovani, già così delusi e rassegnati da un contesto, che nonostante gli sforzi profusi, non riesce tutt’oggi ad offrire concrete azioni di sviluppo. Oggi parlano i giovani che ce l’hanno fatta, che dopo i primi tentennamenti e scoraggiamenti, hanno sentito di non essere soli ed hanno cominciato a credere nelle loro capacità.

Oggi la provvidenza ci spinge verso un'altra sfida per realizzare..... i Sogni di Giuseppe

Share Link: Share Link: Bookmark Google Yahoo MyWeb Del.icio.us Digg Facebook Myspace Reddit Ma.gnolia Technorati Stumble Upon